Dall’ovile al formaggio ovino

Vi portiamo sull’altopiano di Lassithi nella sua straordinaria cornice naturale per incontrare Yannis, una quinta generazione di allevatori. Yannis ha scelto di tramandare la produzione artigianale del formaggio di pecora, insieme a Manolis, suo cognato, di professione maestro ma con la passione per il mestiere di pastore-formaggiaio e che quindi ha deciso di stargli accanto.

Un viaggio nella Creta autentica e bucolica che vi porterà dall’ovile al caseificio per concludersi con un tradizionale pasto cretese.

Durata del programma: 1 giorno, dalle ore 08.00 alle 15.00

Quota di partecipazione: 40€ a persona

Il prezzo include:

  • Trasferimento andata e ritorno dall’albergo
  • Autista e guida in lingua italiana o francese
  • Degustazione formaggi
  • Pranzo con vino, acqua, raki

Modalità di prenotazione: in anticipo, contestualmente alla prenotazione del vostro appartamento oppure sul posto, secondo disponibilità.

Descrizione del programma

Si parte dall’albergo in minibus la mattina presto in direzione dell’altopiano di Lassithi che sorge a 850m di altitudine, percorrendo una strada che regala scorci stupendi.

La prima visita si fa all’ovile che ospita animali di razza locale, i “kokkinomaton”, qui incontriamo Yannis, che ci racconta la sua storia, la sua famiglia, la vita di pastore e che ci presenta il gregge composto da circa 300 capi.

È giunto il momento di aiutare Yannis a riunire il gregge per la mungitura.

Dimostrazione e partecipazione (per chi lo volesse) alla mungitura del latte che verrà portato direttamente al caseificio, situato a poche centinaia di metri per la necessaria lavorazione.

Facciamo giusto in tempo a percorrere un sentierino sul pendio della collina per ammirare il paesaggio e ritrovare Manolis nel caseificio.

Il latte sta già bollendo e si trasformerà presto in pasta. Stiamo finalmente per scoprire tutti i segreti della lavorazione artigianale del formaggio e partecipare (per chi lo volesse) alla sua produzione.

La visita non è terminata! Approfittiamone per scoprire la cantina dei formaggi! Ma anche per fare uno spuntino: dall’acqua al raki (grappa di vino cretese), qui tutto è lecito!

Yannis e Manolis ci mostrano anche la fabbricazione della mizithra. La mizithra è un po’ la sorellina della feta. Si tratta di un altro formaggio greco, ottenuto dal siero della feta con l’aggiunta di latte di pecora fresco. La si può consumare fresca o stagionata. La troviamo nelle pietanze o nella pasticceria cretese salata o dolce. Una vera leccornia per gli amanti di formaggio.

Prodotta la mizithra, andiamo a tavola in un’atmosfera calorosa e conviviale nel cuore del caseificio per consumare un pasto tradizionale cretese accompagnato, beninteso, da un formaggio pecorino.

Yannis, instancabile, ci racconta della festa della tosatura delle pecore, della filatura della lana come facevano la nonna e la madre, della fabbricazione dei campanacci per il gregge e di tante altre cose per soddisfare la nostra curiosità.

È giunta l’ora di andare. Felici dopo una giornata gratificante e autentica, torniamo in albergo.