Ogni anno, al ritmo delle stagioni, molti villaggi organizzano grandi feste per celebrare produzioni locali e artigianalità cretese: la festa della ciliegia, la festa della patata, la festa delle carrube, la festa del miele, della Graviera (formaggio cretese), della Mizithra (formaggio fresco cretese), della lumaca, e tante altre…

Per lo più, le festività durano tre giorni e si concludono con una gran festa tradizionale cretese che attira molta gente. Eccone alcune da non perdere! Arricchiremo questa pagina al passo con la nostra esperienza.

Maggio-Luglio

La tosatura delle pecore

La si chiama anche “la festa della tosatura”.

Si tratta di une delle feste più straordinarie durante la quale ogni allevatore invita amici e parenti ad aiutarlo in questa attività. Terminata la tosatura, tutti si riuniscono attorno ad un gran pranzo di festa. Yannis, il nostro pastore non mancherà di invitarvi, se sarete presenti.

1-15 Luglio

La festa del vino a Daphnes

Dal 1976, il villaggio di Daphnes organizza, ogni anno, la festa del vino.

La festa dura dai dieci ai quindici giorni e si tiene nella piazza del villaggio.

Potrete degustare gratuitamente il vino di Daphnes, mezze (insieme di antipasti tradizionali) e tradizionali cibi cretesi in un clima di festa, al ritmo dei balli e della musica cretese.

Nell’ambito della festa ci sono anche mostre di arte folcloristica cretese, di libri, di attrezzi utilizzati in agricoltura e nella viticoltura cretese.

15-17 Luglio

La festa dei vasai a Thrapsano

Per 3 giorni, i vasai di Thrapsano sono protagonisti!

Da secoli, i vasai usano gli stessi metodi ancestrali che risalgono all’epoca minoica per produrre i grandi vasi, le giare, che richiedono una tecnica diversa rispetto al vasellame prodotto in altri villaggi di Creta per oggetti più piccoli.

Vi aspettano splendide serate di festa con tradizionali cene cretesi!

15 Agosto

La festa della patata

L’Associazione culturale di Tzermado (villaggio dell’altopiano di Lassithi) organizza ogni anno a partire da Ferragosto un evento di tre giorni dedicato alla patata e finalizzato a promuovere i prodotti enogastronomici locali, riconosciuti per la loro qualità ed il loro sapore. Naturalmente è un’occasione di fare festa: musica tradizionale, degustazione di cibi e bevande cretesi danno allegria a visitatori e partecipanti. C’è anche il concorso della patata più grossa.

15-17 Agosto

Festa del cedro

Il cedro è un agrume il cui nome deriva dalla particolarità della scorza, spessa e ruvida che ha il profumo del legno di cedro.

Antenato del limone, il cedro è un frutto grosso, ovale e bugnato talvolta verrucoso. La polpa acida verde o gialla non ha molto succo, ma la fragranza della buccia è molto gradevole.

La buccia di cedro è raramente utilizzata fresca. La si usa soprattutto candita e in pasticceria, nella confetteria o per scopi decorativi. È anche impiegata per la preparazione di marmellate e bevande. L’essenza di cedro è utilizzata in profumeria.

La festa si svolge nella provincia di Rethymnon al fine di sostenere la produzione di questo frutto. Spettacoli, teatro, musica cretese, degustazione di cibi a base di cedro e poi il clou della festa: la preparazione di una torta al cedro di 4 metri di diametro, 80 centimetri di altezza e fino a 300 kg di peso.

28 Agosto

La festa del pastore e del formaggio a Zoniana

Nel paese di Zoniana, ogni anno viene organizzata questa festa finalizzata a promuovere la produzione e la qualità dei prodotti lattiero-caseari dell’area. Una bella occasione per conoscere i costumi associati alla vita e alle attività dei contadini delle montagne della catena Psiloritis. I visitatori hanno la possibilità di incontrare gli abitanti, di ascoltare musica e ballare in un’autentica festa cretese. Durante l’evento, i pastori-formaggiai presentano e tagliano una ruota gigante di Kefalotyri che pesa all’incirca una tonnellata.

Ottobre-Dicembre

Ta rakokazana

Il rakokazanou kazanema è il processo di distillazione dell’uva per produrre il raki (tzikoudia). Si tratta in pratica dell’utilizzo dei resti dell’uva che è già stata pigiata per produrre il vino.

Il rakokazano è un rito che si svolge in tutta l’isola nel periodo successivo alla vendemmia, da ottobre a metà dicembre. La distillazione è autorizzata solo a chi ha una licenza speciale. In quasi tutti i paesi e paesini di Creta, ci sono strumenti per la distillazione. Se vi trovate a Creta in quel periodo, non esitate a chiedere agli abitanti dove e quando ci sarà il rakokazano, spesso accompagnato da un buon pasto con carni alla griglia e cibi cretesi.